+ 1 (707) 877-4321
+ 33 977-198-888

Verona 2010-Lincontro con l'artista Francesca Balacco una dei 100 friends di Zago

QUELLO CHE HA SCRITTO FRANCESCA: Gianantonio Marino Zago
February 24 2018

   : Incontro Gianantonio Marino in arte Zago una sera d’estate di un anno fa, non sapendo

bene chi mi sarei trovata davanti. Avevo aperto una strana mail che
diceva:-“ti va di fare un quadro a quattro mani con me? È per una
mostra di beneficienza, pensaci bene perché non te lo chiederò
un’altra volta; mi piacciono le cose che fai, ma se non accetti
grazie e ti saluto”. La cosa mi aveva a dir poco incuriosita e ho
cominciato ad informarmi su questo personaggio. E’ un pittore
triestino residente a Verona da anni, di discreta fama soprattutto
per la sua specialità che è quella di raccogliere oggetti
abbandonati da fissare alle sue tele dove diventano complementi e
protagonisti di quadri unici e originalissimi. Insieme ad alcuni
amici esponenti di Emergency ha così ideato questo modo di
raccogliere fondi per un ospedale pediatrico a Bangui in Africa:
coinvolgere 100 pittori che volessero dipingere con il proprio stile
mezza tela e l’altra metà lasciata da ultimare a Zago ogni volta
con colori e oggetti recuperati in modo da creare 100 pezzi d’arte
irripetibili da donare ad Emergency per una mostra-mercato da tenersi
a Londra. Decido di accettare, la cosa è molto stimolante! Dipingo
la mia parte di tela lasciando bianco tutto il resto dove Zago dovrà
intervenire e mi presento all’incontro. E’ una bella sera di
giugno, me ne sto a Verona, davanti al bar sede dell’appuntamento,
con la tela colorata appoggiata ai miei piedi. La gente che passa mi
guarda incuriosita e io, a dire il vero, sono anche più curiosa di
loro. Il pittore arriva e mi si presenta una persona del tutto
normale, ma che trasmette arte da tutti i pori! Non è giovane, la
barba lunga e una giacca che ha visto diverse stagioni. Mi dice che
dipinge da più di trent’anni e che ha fatto ogni genere di lavori
per mantenere la sua famiglia, ma non puo' smettere di dipingere perché
ce l’ha nel sangue. Il suo nome d’arte, Zago, è un omaggio al
suo amico del cuore morto in gioventù e tutti ora lo chiamano così.
Un diploma da pubblicitario in tasca non gli ha aperto grandi strade,
ma il desiderio di fare arte non lo ha mai abbandonato. Mi lascia il
suo book con dedica e lo saluto con una bella stretta di mano che
sancisce una nuova amicizia. L’avventura con Zago ed Emergency non
finisce lì. Poco dopo mi viene chiesta la disponibilità alla
creazione del catalogo mostra che comprenderà una scheda descrittiva
di ognuno dei cento artisti che hanno aderito all’iniziativa, con
la ricerca e impaginazione di notizie, biografia e opere. Sono
persone provenienti non solo dall’Italia, ma dal resto d’Europa e
anche dall’America. Esplorare la loro vita e le loro passioni,
vedere cosa ognuno riesce a creare per trasmettere ciò che sente, mi
fa sentire come un turista alla scoperta di un nuovo Paese. E vedere
come Zago riesce ad ultimare ogni opera con il suo stile e i suoi
strani oggetti stupisce sempre. Così conosco Ferruccio,
rappresentante di Rimini, che dedica il suo tempo libero
all’incisione a laser di sassi con delicate figurine; Massimiliano,
odontotecnico di Cagliari che per passione fa il mascheraio; Jamie
Maguire, londinese ventenne che vende a Portobello scatole decorate
con personaggi coloratissimi; Sharon Gonzales, nata a Panama, che
dopo la morte del marito si trasferisce in Florida e scopre la sua
creativa vena artistica di fotografa e pittrice. Ma conosco anche
Bernardo, pittore romano di via Margutta che vive della sua arte
vendendo i suoi splendidi oli a piazza Navona e Tina che per
descrivere sé stessa dice semplicemente: -“..io dipingo.. amo
dipingere..!”. 
Così dopo una corsa
affannante per ultimare 100 quadri in tempo record siamo arrivati al
traguardo: se qualcuno si trovasse a Londra tra il 21 novembre e il
18 dicembre, potrà visitare a Enfield al Dugdale Centre la prima
delle cinque esposizioni previste in giro per l’Inghilterra, fino
al prossimo aprile, dell’evento “Zago and your friends for 
Emergency”.

Francesca Balacco



  AMALFI 2006(exibition international artists)   From the catalogue of the exhibition tribute to Ibsen

 VERONA ,photo by G.M.Zago.   Verona,the city of the love.

 From ZAGO and YOUR Friends 4 dicembre 2011 ·   Londra, 3 dicembre 2011 ZAGO AND YOUR FRIENDS – ESPOSIZIONE LAVORI - UPDATE

 My digital works.   Attempt to recover as many as possible my digital works.

 Some Works year 2017   Polimateryal and collage on my works

Artworks Styles : Digital - Photo - Potrait - Photorealism - Very Nature



You don't have flash installed.
EMAIL- EMAIL- EMAIL- EMAIL- EMAIL- * A
File Attachment Icon
T-406902.jpg